Innovazione: una lezione di Jazz per le aziende

jazz

In un mondo in cui l’innovazione è continua, la pianificazione strategica è diventata una tattica poco agile e sostenibile. Le aziende dovrebbero servirsi di un approccio più adattivo e il jazz può essere d’esempio da molti punti di vista.

Il jazz incentiva caratteristiche come creatività, fantasia e improvvisazione, qualità che nelle aziende di solito sono scoraggiate a favore di un piano di azione prestabilito. Le jazz band inoltre hanno una struttura fluida e poco gerarchica comparata al classico modello organizzativo aziendale dove le istruzioni sul da farsi arrivano dall’alto. Nella band i musicisti si aiutano e motivano a vicenda, improvvisando, ma con sempre chiaro in mente l’obiettivo da perseguire.

Gli insegnamenti che le aziende possono trarre dal jazz

Preparazione non Pianificazione
I musicisti jazz nel corso degli anni continuano ad esercitarsi molto, sia per acquisire nuove tecniche che per migliorare quelle esistenti. Questo continuo esercizio per raggiungere la perfezione dà loro la possibilità di non dovere pianificare e grazie alla loro preparazione sono in grado di prendere decisioni estemporanee che meglio si adattino alla situazione.

Il ruoli e gli errori
Anche i gruppi Jazz hanno i loro leader, ma il concetto di ruolo e di autorità ha un valore relativo rispetto alla capacità di ascoltare e alla sensibilità dell’artista. Anche il concetto di errore viene gestito diversamente dai musicisti e se uno di loro manca una nota gli altri sfruttano l’occasione per creare qualcosa di nuovo.

Il Focus sugli obiettivi
Anche se la caratteristica principale del jazz è l’improvvisazione ed ogni artista della band crea le proprie melodie e i propri fraseggi, l’esecuzione non è anarchica, ogni artista è consapevole dell’obiettivo collettivo da raggiungere. Per poter lavorare con passione, impegno, adattarsi e improvvisare, il team deve sempre avere ben chiara la meta da conseguire.

Altri interessanti spunti di riflessione offerti dal jazz riguardano la gestione del team.

La valorizzazione di ogni membro della squadra
Durante il concerto a turno ogni artista esegue un assolo in modo che il pubblico possa apprezzare la sua bravura, inoltre il leader presenta più volte gli artisti della band nel corso dell’esibizione. Questi criteri andrebbero applicati nel mondo del lavoro perché sono ottimi metodi per motivare la squadra mettendo in risalto il lavoro fatto da ogni membro del team.

La pausa durante il lavoro
Non tutti gli artisti eseguono ogni brano durante il concerto, non tutti i brani sono uguali e necessitano degli stessi strumenti. Questo permette agli artisti di ricaricarsi per l’esibizione successiva e lasciare che siano messi in luce i compagni rimasti a suonare. Allo stesso modo le aziende dovrebbero incentivare il riposo durante la giornata di lavoro per aumentare resistenza, benessere e creatività del team.

Impegno e Divertimento
La combinazione fra impegno e divertimento rende le prestazioni dei musicisti impeccabili. Un esempio che ognuno di noi dovrebbe seguire è impegnarsi con convinzione e passione nell’obiettivo che ci prefissiamo cercando anche di trarne divertimento.

Il suggerimento principale che ci dà il jazz sull’innovazione è chiaro: il ruolo di un manager non è più pianificare e supervisionare le azioni, ma sviluppare e infondere valori. Se gli obiettivi sono chiari e il team è preparato e consapevole, l’improvvisazione e l’adattamento diventano sicuramente possibili.

Creating a ‘hit’ out of the odd-meter experiments of Time Out was the farthest thing from our minds.
Dave Brubeck

Per saperne di più: